I burattini alla sala del Refettorio del complesso san Paolo-Clicca il link e acquista i biglietti

Corso intensivo sull’applicazione del burattino in contesti socio-educativi e medico-sanitari

Un corso intensivo per imparare ad usare il teatro di Animazione in contesti educativi, sociali e medico-sanitari. 21 ore di lezioni teorico-pratiche nella sala del Leccio all’interno del complesso San Paolo di Modena. Gli insegnanti saranno Moreno Pigoni (io) e il sabato anche Marta Cuscunà(che il venerdì presenterà anche un suo spettacolo). Il corso si terra nelle sale adiacenti alla mostra sul caricaturista, burattinaio e intellettuale modenese Umberto Tirelli #teatroapplicato #teatrodianimazione #burattini
per info 3474910867 iburattinidellacommedia@gmail.com

Mostra: Caricature per un teatro della vita

Guarda il promo della mostra

 

/in /

UMBERTO TIRELLI. Caricature per un teatro della vita

Inaugurazione sabato 18 dicembre ore 17

Umberto Tirelli. Caricature per un teatro della vita

Complesso San Paolo (via Selmi 63)
19 dicembre 2021 – 25 aprile 2022

Inaugurazione: sabato 18 dicembre, ore 17

Dal 19 dicembre 2021 al 25 aprile 2022, il Museo Civico di Modena, nei rinnovati spazi del Complesso San Paolo, organizza una mostra che celebra Umberto Tirelli (Modena, 1871 – Bologna 1954), uno dei maestri della caricatura del primo

 

Novecento, a 150 anni dalla nascita.

L’esposizione, curata da Stefano Bulgarelli eCristina Stefani, propone 230 opere, tra disegni, sculture, pitture, maschere e burattini, in grado di approfondire la centralità di una figura che fece della caricatura l’unico e imprescindibile mezzo di espressione, giungendo a imporsi a livello nazionale ed europeo.

Attraverso la sua multiforme produzione, Tirelli è stato in grado di offrire uno sguardo acuto e ironico sulla borghesia e sull’establishment locale e nazionale nel complesso dei loro aspetti sociali, politici e culturali, in un arco storico compreso tra la Belle Époque e la Grande Guerra, il fascismo e la Seconda Guerra Mondiale, fino alle tensioni internazionali che hanno segnato l’inizio della Guerra Fredda e gli albori del primo boom economico.

Intrecciando arti visive e spettacolo, Tirelli ha interpretato il più grande “teatro della vita” nella sua eterogeneità, offrendo una lettura critica del suo tempo e dei suoi protagonisti, delle sfaccettature più nascoste dell’animo umano e delle forme di potere anche nei loro aspetti più deteriori.

Il percorso espositivo, nell’allestimento progettato dalla Facoltà di Architettura di Bologna con il coordinamento di Matteo Agnoletto, in collaborazione con Leo Piraccini e Matteo Giagnorio, prende avvio dallo studio dell’artista con gli arredi disegnati da lui stesso, i libri, le riviste, gli oggetti e gli strumenti che, nel suo essere spazio fisico e mentale, narra il metodo di lavoro e la personalità esuberante di Tirelli.

 

Il cuore della rassegna è rappresentato dall’originale “Teatro nazionale delle Teste di legno”, alto più di 6 metri, completo di scenografie e burattini, eccezionalmente sopravvissuto ed esposto al pubblico a un secolo dalla sua creazione nel 1921.

È questo straordinario manufatto, caso unico di teatro caricaturale animato da burattini di grandi dimensioni raffiguranti i più noti esponenti della politica, del costume e della cultura nazionale del periodo, di cui fanno parte tra gli altri il re Vittorio Emanuele III, Gabriele D’Annunzio, Papa Benedetto XV, Giovanni Giolitti, Giosuè Carducci, Giacomo Puccini, Mussolini, Eleonora Duse, fino alle maschere della Commedia dell’arte e quella modenese di Sandrone, a tradurre le finalità che animano l’opera di Umberto Tirelli: diffondere, attraverso la caricatura, la consapevolezza nei confronti di un tempo segnato da inquietudini, populismi e ambizioni che dal fascismo hanno portato alla seconda guerra mondiale, non mancando di stimolare l’osservazione critica del mondo contemporaneo.

Lo spettacolo teatrale condensa la pluralità dei linguaggi utilizzati da Tirelli, nonché l’affinamento di uno sguardo già “globale” sul proprio periodo storico e i suoi protagonisti internazionali, come sarà in occasione della sua ultima produzione scultorea, in parte esposta alla Quadriennale di Roma del 1951, tra i cui soggetti figurano Stalin, Churchill e Roosevelt, ma anche Totò, De Gasperi e Togliatti.

 

 

 

La mostra ha favorito la donazione al Museo Civico di Modena di un nucleo di 130 opererappresentative dell’attività di Umberto Tirelli provenienti da una collezione privata. Un gesto generoso che arricchisce il patrimonio del museo modenese dedicato al disegno umoristico e ai burattini. L’acquisizione del fondo Tirelli aggiunge un tassello importante per raccontare il ruolo avuto da Modena nel panorama nazionale nel teatro dei burattini, del disegno satirico grazie alle numerose riviste cittadine, infine dal secondo dopoguerra, attraverso la cosiddetta “scuola modenese” del fumetto e dell’animazione.

 

 

 

 

Accompagna l’esposizione un catalogo Sagep Editoridi Genova, realizzato grazie al sostegno di Assicoop Modena & Ferrara, con contributi di Stefano Bulgarelli, Fabio degli Esposti, Giacomo Pedini, Rinaldo Rinaldi, Cristina Stefani, Giuseppe Virelli. Il prezzo di copertina è 33 € ma sarà in venditain mostra a 28 €.

Durante il periodo di apertura della rassegna, si terrà una serie d’iniziative collaterali, come spettacoli di burattini, laboratori didattici oltre alla possibilità di assistere in diretta al restauro dei burattini di Emilio Zago, Tina di Lorenzo ed Errico Malatesta, condotto da Gloria Forghieri del Laboratorio Alma Atelier di Carpi.

Un’occasione unica per capire modalità di realizzazione e di intervento su maschere, burattini in cartapesta e abiti frutto di un meticoloso processo creativo. Affiancato dalla moglie Clara, Tirelli disegnò gli abiti fedelmente ispirati a quelli dei personaggi. Sono creazioni sartoriali di alto livello, per le stoffe impiegate così come per gli accessori, bottoni, spille, collane e orecchini per le figure femminili, fino alla foggia delle acconciature.

Orari
dal 19 dicembre al 6 gennaio 2022:
da martedì a venerdì: dalle 15 alle 19
sabatodomenica e festivi: 10-19
lunedì chiuso

dal 7 gennaio al 25 aprile 2022:
venerdì, sabato e domenica: ore 10-19

Biglietti
intero: €6,00; ridotto: € 4,00

Informazioni
mostratirelli@comune.modena.it

Sito internetwww.museocivicomodena.it

AREA STAMPA

 

Immagini:
1. Elaborazione per l’invito da: Il Teatro Nazionale delle Teste di Legno, 1923. Manifesto, stampa litografica. Collezione privata.
2. Umberto Tirelli, Maschera caricaturale, cartapesta. Collezione privata
3. Umberto Tirelli, Fotografia e caricatura di Joan Crawford, collage fotografia, inchiostro e tempera su carta. Collezione privata.

Non solo burattini 21/22

NON SOLO BURATTINI 

2021-2022

5 DICEMBRE 2021 ore 16,30 Teatro Cantelli Vignola

Il principe ranocchio Compagnia Roggero

8 DICEMBRE 2021 ore 15,30 Corso Libertà  San Cesario

Out of Time Compagnia del Buco

12 DICEMBRE  2021 ore 16,30 Cinema Teatro Ariston Castelnuovo Rangone

Babbo Natale ha perso il senno I burattini della commedia

28 DICEMBRE 2021 ore 17,00 Cinema Teatro Belvedere Sestola 

Natale con i tuoi Paolo Rech

1GENNAIO 2022 ore 17,00 Cinema Teatro Belvedere Sestola

Babbo Natale ha perso il senno I burattini delle commedia

2 GENNAIO 2022 ore 17,00 Biblioteca di Fanano ore 17,00

Pupazzi di neve Pina Irace

4 GENNAIO 2022 ore 17,00 Cinema Teatro Belvedere Sestola 

Nonna e Volpe Vladimiro Strinati

6 GENNAIO 2022 ore 10 e ore 11,30 Auditorium di Maranello

L’incantesimo della strega Morgana  I burattini della Commedia

6 GENNAIO 2022 ore 15,30 Piazza Don Antonio Battilani 

Le dodici notti Le Strologhe

7 GENNAIO 2022 ore 17,00 Biblioteca Fanano

Il bosco degli animali magici  I burattini della commedia

15 GENNAIO 2022 ore 17,00 Circolo Arci San Cesario

L’acqua miracolosa I burattini della commedia

16 GENNAIO 2022 ore 16,30 Teatro Cantelli Vignola 

Pepe e Ciro all’avventura Compagnia C’è un asino che vola

23 GENNAIO 2022 ore 16,30 Cinema Teatro Ariston Castelnuovo Rangone 

Un nonno da cortile Alex Gabellini

Workshop Teatro di Animazione settembre 2021

TdA Workshop

Workshop Teatro di Animazione

BURATTINI ESTATE 21

GIUGNO

13 GIUGNO CASTELVETRO Cortile della biblioteca ore 17,30

Ottopanzer show” Gianni Risola

20 CASTELVETRO ORE 17,30 Cortile della Biblioteca

Di Pinocchio l’avventura” Teatro delle 12 lune

22 GIUGNO ORE 21 SPILAMBERTO Piazza Leopardi

Meneghino nel regno dei Sempreallegri” Burattini Aldrighi

22 GIUGNO ORE 18,15 MODENA Giardini Ducali

Il tesoro di Sandrone ”I burattini della Commedia

27 GIUGNO ORE 17,30 CASTELVETRO Cortile della biblioteca

Ecomonster” All’incirco teatro

29 GIUGNO ORE 21 TORRE MAINA Sagrato della Chiesa via Vandelli 563

Per ogni dove – storie in viaggio” Pina Irace

 

LUGLIO

1 LUGLIO MONTALE RANGONE ORE 21 Parco Grizzaga

Meneghino nel castello dei sospiri” Burattini Aldrighi

2 LUGLIO FOSSOLI DI CARPI Circolo Arci Arcobaleno ore 17

La bella Fiordaliso e la strega Tirovina” Alberto De Bastiani

4 LUGLIO CASTELVETRO ORE 17,30 Cortile della biblioteca

Un bufalo nella testa – storie dal mondo” Progetto g.g.

6 LUGLIO ORE 18,15 MODENA Giardini Ducali

La strega Morgana” I burattini della Commedia

7 LUGLIO CORTILE DI CARPI ORE 21 Cortile della Chiesa

Mago Magrino e gli animali magici” C’è un’ asino che vola 

7 LUGLIO VIGNOLA ORE 21 Cortile della biblioteca

Transilvania Circus “ Teatro delle 12 lune

8 LUGLIO SAN VITO DI SPILAMBERTO ORE 21

Gli strani casi dell’ispettor Balanzone” Zanubrio Marionette

8 LUGLIO MONTALE RANGONE ore 21 Parco Grizzaga

Di Pinocchio l’avventura” Teatro delle 12 lune

13 LUGLIO POZZA DI MARANELLO ore 21

Sandrone contadino” I burattini della Commedia

14 LUGLIO RIOLUNATO ore 21

Il dottore innamorato” I burattini della commedia

14 LUGLIO CASTELVETRO ORE 21 Cortile della biblioteca

Festa di compleanno” Paolo Rech

15 LUGLIO SPILAMBERTO ORE 21 Cortile della Rocca

“Il castello di Tremalaterra” L’Aprisogni

15 LUGLIO MONTALE RANGONE ORE 21 Parco Grizzaga

I tre servi alla prova” Mattia Zecchi

15 LUGLIO ORE 17,30 PAVULLO

L’acqua miracolosa” I burattini della Commedia

16 LUGLIO SESTOLA ORE 17 Cinema Teatro

“ Il castello di Tremalaterra” L’Aprisogni

18 LUGLIO SERRAMAZZONI ORE 17 Pineta

I tre servi alla prova” Mattia Zecchi

20 LUGLIO SAN VENANZIO DI MARANELLO ORE 21

Sandrone finto medico” I burattini della Commedia

21 LUGLIO VIGNOLa ore 21 Cortile della biblioteca

Il bosco degli animali magici” I burattini della Commedia

21 LUGLIO ORE 21 CASTELLO DI LEVIZZANO

Il rapimento del principe Carlo” Teatro del Drago

22 LUGLIO FANANO ORE 21

Il tesoro di Sandrone” I burattini della Commedia

23 LUGLIO SESTOLA ORE 17 Cinema Teatro

Meneghino nel regno dei Sempreallegri” I burattini Aldrighi

23 LUGLIO ORE 21 GARGALLO ORE 21

Il mistero del fantasma barbuto” Zanubrio marionettes

24 LUGLIO LAMA MOCOGNO ORE 17

Fagiolino nel il bosco incantato” I burattini della Commedia

26 LUGLIO RIOLUNATO ORE 21

L’acqua miracolosa”

Iburattini della commedia 

27 LUGLIO SPILAMBERTO ORE 21 Piazza Leopardi

Il tesoro di Sandrone ” I burattini della Commedia

27 LUGLIO MARANELLO ORE 21 Parco Due

Storie da mangiare” Le Strologhe

28 LUGLIO CASTELVETRO ORE 21 Cortile della biblioteca

Sgorghiguelo eroe per caso” I burattini della Commedia

29 LUGLIO FANANO ORE 21

Meneghino nel castello di Tremarello” Giorgio Rizzi

29 LUGLIO PAVULLO ORE 17,30

Sandrone padre padrone” I burattini della Commedia

30 LUGLIO SESTOLA ORE 21 Teatro

La vendetta della strega Morgana” Mattia Zecchi

31 LUGLIO MONTECRETO ORE 17

Il dottore innamorato” i burattini della Commedia

 

AGOSTO

1 AGOSTO ORE 17 SERRAMAZZONI ORE 18 Pineta

Il tesoro di Sandrone”I burattini della Commedia

2 AGOSTO SAN MARINO DI CARPI ORE 21

Sandrone contadino” I burattini della Commedia

3 AGOSTO Bell’Italia di Maranello ORE 21 “Arlecchinate” Paolo Rech 

4 AGOSTO VIGNOLA ORE 21 Cortile della biblioteca

Storie da mangiare” Le Strologhe

5 AGOSTO PAVULLO ORE 17,30

I burattini della tradizione “ Massimiliano Venturi

5 AGOSTE FANANO ORE 21

Il castello degli spaventi” Vladimiro Strinati

6 AGOSTO SESTOLA ORE 17 Cinema Teatro

Fiabe in tavola” Pina Irace

12 AGOSTO FANANO ORE 21

L’elisir miracoloso” I burattini della Commedia

12 AGOSTO PAVULLO ORE 17,30

Fagiolino e il terribile cavalier Sbragafegati” Mattia Zecchi

13 AGOSTO SESTOLA ORE 17 Cinema Teatro

Sandrone finto medico ” I burattini della Commedia

20 AGOSTO SESTOLA ORE 17 Cinema Teatro

Il tesoro scomparso” I burattini della Commedia

21 AGOSTO LAMA MOCOGNO

L’acqua miracolosa” I burattini della Commedia

26 AGOSTO SPILAMBERTO SAN VITO ORE 21

Di Pinocchio l’avventura” Il teatro delle 12 lune

 

SETTEMBRE

2 SETTEMBRE SPILAMBERTO ORE 21 Cortile della Rocca

Il castello degli spaventi” Vladimiro Strinati

3 SETTEMBRE MODENA ore 21 Giardini Ducali

Valentina vuole “ Progetto g.g.

4 SETTEMBRE MODENA ORE 21 Giardini Ducali

Lo strano esperimento del dottor Pinkerton”L’Aprisogni

5 SETTEMBRE MODENA ORE 18,30 Giardini Ducali

“…e vissero felici e contenti” I burattini di Daniele Cortesi

 

 

Cucina di quartiere

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 A scuola, per cucinare e pranzare insieme la domenica: cuochi, genitori, bambini, vicinato. E’ la proposta del Nido-Scuola dell’infanzia Giobi di Reggio Emilia, che da domenica 20 ottobre, dalle 11 alle 14, e una domenica ognuno dei mesi successivi fino a maggio, apre le porte per un pranzo di comunità.
L’iniziativa rientra nel progetto FA.C.E. – Farsi Comunità Educanti, progetto nazionale selezionato dall’impresa sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile e promosso da Fondazione Reggio Children – Centro Loris Malaguzzi, impegnata nella promozione di un’educazione di qualità a Reggio Emilia, in Italia e nel mondo.
A partire dalla cultura sul cibo che le cucine interne dei nidi e delle scuole dell’infanzia di Reggio Emilia hanno saputo generare, la Cucina di Quartiere è una proposta di apertura della scuola verso l’esterno, di relazione con il vicinato e di comunità. Attorno al cibo, al cucinare e mangiare insieme, si genera condivisione non solo di sapori, ma di vissuti, storie, culture e tradizioni.
Diversi gli attori che, in vari incontri preparatori, hanno co-progettato la Cucina di Quartiere: cuochi e personale di Pause – Atelier dei Sapori, società in house della Fondazione, il personale scolastico, le cuoche, le famiglie e i bambini del Nido Scuola Giobi, la Cooperativa Comunità Educante, l’associazione I Burattini della Commedia che ha portato nel gruppo di lavoro molto interessante.
La Cucina di Quartiere verrà allestita all’interno della scuola come uno spazio cucina mobile nel grande atrio di ingresso dell’edificio scolastico, al quale si potrà accedere da viale Magenta 13 oppure da via Verdi 24.
Vi saranno alcuni fuochi per la cottura e diversi tavoli da lavoro che consentiranno di partecipare alla preparazione del menù domenicale, supportati dagli chef presenti.
Nei prossimi mesi, con la bella stagione, la Cucina di Quartiere potrà essere trasferita all’esterno, ma il vero obiettivo, dopo il primo anno di sperimentazione, è dar vita, nel 2020-2021, a una cucina itinerante che si possa spostare nei vari luoghi.
Dopo domenica 20 ottobre Cucina di Quartiere verrà ripetuta, per questo anno scolastico, nelle seguenti domeniche: 17 novembre, 15 dicembre, 19 gennaio 2020, 16 febbraio, 15 marzo, 19 aprile, 17 maggio.
Chi intende partecipare può scrivere a reggioemilia@progettoface.org o chiamare il numero 335 6316567.
Cucina di Quartiere è la seconda azione messa in piedi a Reggio Emilia nell’ambito di FA.C.E. – Farsi Comunità Educanti dopo Time-Lapse, presentata nelle settimane scorse, incontri tematici per bambini e famiglie, dalla musica allo svezzamento. Attraverso queste attività innovative, fuori dall’orario scolastico, che coinvolgono famiglie con bambini e bambine da 0 a 6 anni anche non frequentanti i servizi educativi per la prima infanzia, il Nido-Scuola Giobi si propone come luogo dinamico per fare rete con il quartiere che va da Regina Pacis a Roncina, da Pieve e Bell’Albero a Carrozzone.
Oltre a Reggio Emilia il progetto promosso da Fondazione Reggio Children – Centro Loris Malaguzzi coinvolge a livello nazionale altri tre territori: Napoli a Ponticelli, il centro storico di Teramo e il quartiere Sperone a Palermo.
Farsi Comunità Educanti intende potenziare e ampliare l’accesso ai servizi educativi e di cura dei bambini fra 0 e 6 anni, promuovere la partecipazione delle famiglie, e supportare il protagonismo delle reti sociali per la rigenerazione urbana, in particolare nei contesti periferici. I destinatari diretti a livello nazionale sono circa 1.500 genitori e 900 bambini.
A Reggio Emilia il FA.C.E. – Farsi Comunità Educanti è realizzato in partnership con Comune di Reggio Emilia, Istituzione Scuole e Nidi di Infanzia del Comune di Reggio Emilia, Cooperativa Comunità Educante, Reggio Children Srl, Fondazione E35, Amref Italia, Fondazione Collegio Carlo Alberto, Gruppo Nazionale Nidi e Infanzia.

Corso di perfezionamento “Il teatro di animazione in funzione terapeutica”

Il corso-di-perfezionamento-Il-teatro-di-animazione-in-funzione-terapeutica.Narrative Medicine.Iscrizione entro il 30 ottobre 2019 Per info su iscrizioni : 3474910867

mh@unimore.it

https://www.mh.unimore.it/

 

 

Master in medical humanities Unimore

Le medicalmedical humanities rappresentano lo spazio in cui la medicina fa convergere e quindi consolida i propri rapporti con le scienze sociali e comportamentali (sociologia, psicologia, diritto, economia, storia, antropologia culturale) e stabilisce un dialogo costruttivo con la filosofia morale (bioetica e teologia morale) e con gli apporti delle arti espressive (letteratura, teatro, arti figurative). Attraverso tale approccio multidisciplinare, le medical humanities si propongono di fornire alla medicina e a tutti i protagonisti che intervengono nei processi di cura a vario titolo, gli strumenti necessari per comprendere la salute in un contesto sociale e culturale sempre più dilatato, al fine di favorire una più grande comprensione empatica di sé, dell’altro e del processo terapeutico. L’obiettivo principale del Master è formare esperti nelle competenze relazionali, narrative e comunicative, sempre più richieste al professionista del settore sanitario e socio-educativo, ma anche a formatori e docenti che quotidianamente operano nei contesti della salute intesa come condizione di benessere psicofisico e sociale. Queste abilità devono essere parte integrante del protocollo di cura dei medici e del personale sanitario: aspetti fisici, psicologici ed esperienziali del paziente vengono unite e permettono una sua visione olistica e completa. Il Master offre una preparazione teorica e pratica su queste tematiche per permettere l’acquisizione di strumenti operativi e lo sviluppo di competenze che possano essere impiegate nei contesti di cura.

Le caratteristiche del percorso

Le medical humanities rappresentano lo spazio in cui la medicina fa convergere e quindi consolida i propri rapporti con le scienze sociali e com- portamentali e stabilisce un dialogo costruttivo con la filosofia morale e con gli apporti delle arti espressive.

Profilo in uscita

L’obiettivo principale del Master è formare esperti nelle competenze relazionali, narrative e comunicative, sempre più richieste ai professionisti del settore sanitario e socio-educativo, ma anche a formatori e docenti che quotidianamente operano nei contesti della salute intesa come con- dizione di benessere psicofisico e sociale.

Il master

Il master si compone di 4 moduli fruibili anche singolarmente come corsi di perfezionamento: • Narrative Medicine (in fase di accreditamento ECM)
• Il teatro di animazione in funzione terapeutica
• Metodologie didattiche innovative e medical humanities

page1image45685760page1image56479296page1image56479104page1image56479680page1image56479488page1image56478720page1image56478912page1image56479872page1image56481024page1image56491008page1image56480448page1image56485440page1image45685872page1image56398336page1image56402368page1image56409856page1image56408320page1image56408128page1image56408704page1image56409664page1image56409280page1image56410880page1image56426240page1image56426048page1image56425856page1image56425664page1image56425280page1image56424896page1image56573952page1image56574144page1image56574336page1image56574528page1image56574720page1image56574912page1image56409088page1image56409472page1image56408896page1image56408512page1image56407936page1image45686208page1image45685200page1image56559104page1image56559296page1image56559872page1image56560064page1image56560256page1image56560448page1image56560640page1image56560832page1image56561024page1image56561216page1image56561408page1image56561600page1image56561792page1image56561984page1image56562176page1image56562368page1image56562560page1image56562752page1image56562944page1image45686656page1image56563904page1image56564096page1image56564288page1image56564480

• La tutorship in medicina (in fase di accreditamento ECM)

Direttore

prof. Stefano Calabrese

Vice Direttore

prof.ssa Anna Dipace

Posti disponibili:

minimo 70 – massimo 500

Quota d’iscrizione

€ 800,00

Quota d’iscrizione ai singoli moduli

€ 220,00

Periodo di svolgimento

Novembre 2019 – Luglio 2020

Lezioni

La percentuale di frequenza obbligatoria è pari al 70% delle attivi- tà didattiche on-line, tracciate dalla piattaforma.

Le ore di attività laboratoriale, obbligatorie al 70%, si svolgeranno in presenza il venerdì pomeriggio e nell’intera giornata del sabato, con il seguente calendario:

29-30/11/2019 · 06-07/12/2019 · 13-14/12/2019 · 10-11/01/2020 · 17-18/01/2020 · 06-07/03/2020 · 13-14/03/2020 · 17/04/2020 · 18/04/2020

Informazioni

www.mh.unimore.it

mh@unimore.it

 

Livello  Master Universitario di I Livello
N. posti70 – 500
Durata del corsomaster annuale
Ore totali1500 ore di lezione/tirocinio
Crediti universitari60 CFU
Costo iscrizione800 euro
Bando di ammissione
Scadenza
30 ottobre 2019
Modalità di erogazione della didatticaModalità di erogazione della didattica: prevalentemente a distanza (le attività didattiche in modalità a distanza verranno svolte in collaborazione con il Centro Interateneo Edunova).
DirettoreProf. Stefano Calabrese
Vice-DirettoreProf.ssa Anna Dipace
ReferentiProf. Stefano Calabrese (stefano.calabrese@unimore.it), Prof.ssa Anna Dipace (anna.dipace@unimore.it)
DipartimentoDipartimento di Educazione e Scienze Umane